Jerzu Wine Music Festival 2017

…chi non ama le donne il vino e il canto, è solo un matto non un santo, Arthur Schopenhauer

Jerzu è un territorio ricco di tradizioni enogastronomiche tramandate nel corso dei secoli e rimaste intatte ancora oggi.

Tanti sono i prodotti che per tutta la durata del Festival potrete trovare presso i numerosi punti vendita che ancora conservano le tradizioni più antiche e belle.

In particolar modo nella giornata “Calici di Pasqua” Jerzu sarà addobbato a festa e tutte le più antiche cantine private apriranno e vi offriranno un tuffo nella tradizione secolare della nostra comunità.

CON L’ACQUISTO DEL CALICE AVRETE DIRITTO A 6 DIVERSE DEGUSTAZIONI DI 6 TIPICI PIATTI JERZESI

ACCOMPAGNATI DA 6 FANTASTICI VINI DELLA CANTINA SOCIALE DI JERZU.

ECCO CIOÈ CHE POTRETE GUSTARE! 

Prosciutto crudo: E’ costituito dalla coscia intera o dalla spalla del maiale. Noto per l’ottima qualità, la bontà ed il profumo, per poter essere apprezzato appieno, necessita di una stagionatura che va dai 4 ai 12 mesi.
Salsiccia: La si ottiene insaccando pezzetti di polpa e lardo, assume la classica forma simile a quella di un ferro di cavallo. All’essiccatura può aggiungersi anche l’affumicatura. A volte la si prepara lasciando marinare la carne nell’aceto, sale, chiodi di garofano, aglio, pepe, semi di finocchio ed a volte anche cipolline selvatiche e buccia d’arancia. La salsiccia fresca viene solitamente cucinata arrosto come secondo piatto.

VITIGNO Selezione di uve Cannonau della zona di Jerzu. QUALIFICAZIONE Cannonau di Sardegna Rosso D.o.c. ASPETTO Colore rosso rubino con riflessi violacei, di buona fluidità e consistenza. PROFUMO Tipico delle uve Cannonau con importanti percezioni di mora matura e piccoli frutti di sottobosco. SAPORE Sapido, armonico, fruttato, giustamente tannico. ALCOLICITÀ 13,5% Vol. ACCOSTAMENTI Adatto per primi piatti e carni in umido saporite. TEMPERATURA DI SERVIZIO 16 – 18°C.

La coccoi prena o altrimenti pane ripieno è costituita da una sfoglia sottile di pasta ottenuta ammalgamando assieme farina, lievito, sale e l’acqua.
E’ un altro dei primi piatti della cucina tradizionale ogliastrina, il suo ripieno è molto simile a quello dei culurgiones, la differenza sostanziale sta nella pasta, infatti per sa coccoi prena si utilizzata una pasta lievitata. Sa coccoi prena può assumere diverse forme e dimensioni a seconda delle località . Una delle forme più caratteristiche è senza dubbio quella che ricorda il sole e che richiama la tipica forma de is pardulasa (in italiano conosciute come formaggelle) dolce tipico di formaggio fresco. A parte viene preparato il ripieno costituito da patate bollite, formaggio stagionato “Fiscidu” (formaggio di pecora salato, conservato sotto acqua e sale), strutto,aglio, menta e olio d’oliva. Il ripieno in piccole dosi, viene avvolto con la pasta e messo in forno.

VITIGNO Uve Cannonau del territorio di Jerzu. QUALIFICAZIONE Cannonau di Sardegna Doc Rosso. ASPETTO Colore rosso rubino con riflessi violacei. PROFUMO Tipico, netto, con percezioni di frutti di sottobosco e macchia mediterranea.
SAPORE Sapido, armonico, caldo, piacevolmente tannico. ALCOLICITÀ 13% Vol. ACCOSTAMENTI Compagno ideale dei primi piatti ed arrosti di carne della migliore tradizione sarda. TEMPERATURA DI SERVIZIO Intorno ai 16°C.

La coccoi ‘e tamata, impropriamente chiamata pane con i pomodori è una focaccia costituita da farina, cipolle, zucchine, pomodori, fiscidu (formaggio in salamoia), sale, olio. La coccoi ‘e tamata è una pietanza tradizionale particolarmente diffusa a Jerzu e comuni limitrofi. La si può trovare come prodotto tradizionale in tutte le sagre dell’area. Tradizionalmente era distesa su foglie di cavolo e cotta nel forno a legna ancora caldo dopo aver fatto il pane. Questo piatto rappresentava sin dall’antichità un piatto unico.
Ingredienti: Farina, cipolle, zucchine, pomodori, fiscidu (formaggio di capra o pecora in salamoia), sale, olio. Preparazione e cottura. Si amalgamano insieme tutte le verdure, precedentemente mondate e tagliate a pezzetti, si aggiunge l’olio, il sale la farina sino ad ottenere un composto abbastanza liquido che viene disteso sulle foglie del cavolo. La cottura avviene generalmente nel forno a legna.

VITIGNO Uve Cannonau del territorio di Jerzu. QUALIFICAZIONE Cannonau di Sardegna Doc Rosso. ASPETTO Colore rosso rubino con riflessi violacei. PROFUMO Tipico, netto, con percezioni di frutti di sottobosco e macchia mediterranea.
SAPORE Sapido, armonico, caldo, piacevolmente tannico. ALCOLICITÀ 13% Vol. ACCOSTAMENTI Compagno ideale dei primi piatti ed arrosti di carne della migliore tradizione sarda. TEMPERATURA DI SERVIZIO Intorno ai 16°C.

Sono senza dubbio il piatto più famoso della cucina tipica ogliastrina, originariamente preparati solo in famiglia, oggi rappresentano una delle maggiori realtà economiche nel campo della pasta fresca e nel panorama della gastronomia ogliastrina e sarda. La semplicità degli ingredienti dei culurgiones, ne fa nel passato un piatto povero, appartenente alla cultura agropastorale della zona. Ancora oggi vengono preparati nelle famiglie e in molti paesi rappresentano il piatto della domenica e delle feste. La lavorazione generalmente inizia con la preparazione del ripieno che può subire delle piccole variazioni nel tipo di ingredienti; a Jerzu le due varianti conosciute sono quelle col ripieno di formaggio o di patate; accompagnati da un sugo di pomododoro fresco e pecorino grattuggiato.

VITIGNO: Selezione di uve Cannonau delle colline di Jerzu. QUALIFICAZIONE: Cannonau di Sardegna Doc Rosso Riserva ASPETTO: Colore rosso rubino intenso. PROFUMO: Deciso, morbido e caldo, con sentori di viola e mora. SAPORE:Sapido, caldo di buon corpo. Rivela tannini fini e saporiti. ALCOLICITÀ: 13.5% Vol. ACCOSTAMENTI: È l’ideale accompagnamento per i grandi primi, i gustosi salumi sardi, gli arrosti e le carni rosse in genere. TEMPERATURA DI SERVIZIO: 16 – 18°C.

Arrosto, ma anche bollita o in umido, in Sardegna sono davvero tanti i modi per rendere succulenta una carne già di per sé appetitosa. I pascoli e la genuinità dell’alimentazione sono il segreto per ottenere capi di bestiame sani e quindi piatti di portata gustosissimi. Per l’arrosto, il maialino, il piccolo agnello la capra o la pecora vengono inseriti in uno spiedo di legno profumato che trasmette alla carne, condita solo con il sale e tocchetti di lardo, un aroma ineguagliabile. La cottura è lunga e richiede pazienza, ma il risultato ripaga ogni attesa. Metodo caratteristico dell’Isola è la cottura delle carni sottoterra: dopo aver scavato una buca, infatti, vi si adagia la carne avvolta in erbe aromatiche, quali mirto o alloro, si ricopre con la terra e vi si accende un fuoco sopra.

VITIGNO Cannonau selezionato nelle migliori vigne degli Antichi Poderi di Jerzu. QUALIFICAZIONE Cannonau di Sardegna Doc Rosso Riserva ASPETTO Dal colore rosso rubino con riflessi granata. PROFUMO Il suo bouquet è intenso, persistente e speziato con sentori di vaniglia e cannella. SAPORE Sapido, intenso di fresca acidità con tannini fini e delicati. ALCOLICITÀ 13,5% Vol. ACCOSTAMENTI Adatto ai primi piatti saporiti, cacciagione e arrosti in genere. TEMPERATURA DI SERVIZIO 16°C.

I formaggi ovini di Jerzu sono ottenuti dal latte di una razza autoctona di pecora le cui origini sono antichissime: la razza sarda. È allevata in modo estensivo oltre che in Sardegna, anche in diverse regioni della Penisola tra le quali il Lazio, la Toscana, l’Umbria, le Marche.
Una delle sue principali caratteristiche e quella di avere una elevata produzione di latte che può arrivare fino a 300 litri all’anno. Nonostante sia ad attitudine lattifera, la sua carne è molto richiesta e apprezzata sul mercato, soprattutto l’agnello tra gli 8 e i 10 kg di peso. Marginale è invece la produzione della lana che risulta di qualità grossolana, adatta per tappeti e materassi.
In Sardegna, secondo i disciplinari di produzione, si possono produrre tre D.O.P.: il Pecorino Romano, il Pecorino Sardo e il Fiore Sardo.

VITIGNO: Selezione di uve Cannonau delle colline di Jerzu. QUALIFICAZIONE: Cannonau di Sardegna Doc Rosso Riserva ASPETTO: Colore rosso rubino intenso. PROFUMO: Deciso, morbido e caldo, con sentori di viola e mora. SAPORE:Sapido, caldo di buon corpo. Rivela tannini fini e saporiti. ALCOLICITÀ: 13.5% Vol. ACCOSTAMENTI: È l’ideale accompagnamento per i grandi primi, i gustosi salumi sardi, gli arrosti e le carni rosse in genere. TEMPERATURA DI SERVIZIO: 16 – 18°C.

Amaretti: prevede come ingrediente principe le mandorle, che nella fattispecie, verranno tritate ed amalgamate con zucchero, albume e scorza di limone ottenendo in tal maniera, un impasto cremoso. A partire da questo verranno create delle palline di forma omogenea leggermente schiacciate. Il tutto andrà messo nel forno e non appena la superficie inizia a colorarsi il prodotto è pronto.
Is pardulas o formagelle: Come dice il nome il formaggio è l’elemento chiave di questo dolce. Viene amalgamato insieme alle uova, zucchero, scorza di arancia e limone, strutto finché l’impasto non assuma una certa consistenza. Separatamente viene preparata la sfoglia che poi andrà a contenere il ripieno. Il tutto va messo in forno e appena pronte spolverate con lo zucchero a velo.
Le pabassine: rispetto agli altri dolci, presentano un sapore speziato. Infatti per ottenerle è necessario amalgamare assieme uva passa, noci,mandorle,scorza d’arancia, noce moscata, semi d’anice e farina. Appena tolte dal forno si guarniscono con una granella dolce colorata.

VITIGNO Uve cannonau vendemmiate prematuramente QUALIFICAZIONE Vino Rosé ad Indicazione Geografica Tipica Ogliastra. ASPETTO Limpido e trasparente, Rosa carico. PROFUMO Persistente, caratteristico, floreale. SAPORE Dolce e morbido. ALCOLICITÀ 11,5% Vol. ACCOSTAMENTI Dolci tipici e formaggi. TEMPERATURA DI SERVIZIO Non superiore agli 8°C.

WineBioWine Food and Bevarage

Vino

Articoli in evidenza

test

Il Programma

38° SAGRA DEL VINO- CALICI DI STELLE - FESTIVAL DEI ...

1010845_646138962080968_401540106_n

Folk e Sapori 2013 U

SAGRA DEI PRODOTTI TIPICI: degustazione lungo le vie del centro storico ...

la gente

La Festa

Nel 2014 giunta alla sua trentacinquesima edizione, si terrà dal ...

Jerzu; panoramica dall'alto

Il Paese

Jerzu sorge sul fianco di una collina che s’incunea fra ...

La Cantina Sociale di Jerzu

La Cantina

Simbolo dell’operosità degli jerzesi, la Cantina «Antichi Poderi di Jerzu», ...

009__2010_08_19

Su Biginau Antigu

su Biginau Antigu (in custas dies si aperint is domos ...

Sponsors